Associazione Fa.Vi.Va.: Famiglia, Vita, Valori

L’Associazione Fa.Vi.Va., con sede a Pescara, in Viale Kennedy n° 51/53, nasce con la finalità di promozione sociale. L’associazione operante sul territorio, ha avviato diverse iniziative di carattere solidaristico. Virtuose attività promosse dalla, Presidente Carola Profeta e di tutto il direttivo. 

Lo sportello psicologico e il centro anti-violenza

Fa.Vi.Va. nasce in un momento di urgenza. La comunità è in grande difficoltà sia dal punto di vista socio-assistenziale che da quello psicologico. Dopo la pandemia che ha colpito il Paese e le situazioni di sofferenza e difficoltà che provengono dall’estero, l’associazione ha messo a disposizione uno sportello psicologico. Questo offre consulenze psicologiche e psicoterapeutiche, anche attraverso i servizi telematici.

Gli interventi terapeutici sono pensati ad-hoc. Oggi rappresentano un mezzo utile per potenziare l’adattamento delle persone, migliorare la qualità della loro vita e ridurre i sintomi psicologici derivati dall’esposizione alle varie condizioni di stress. Si nota come la consapevolezza delle proprie risorse psichiche e l’applicazione di strategie di auto-protezione rendano le persone maggiormente resilienti alle situazioni di emergenza.

Presso l’associazione Fa.Vi.Va. è operativo, il centro anti-violenza. In esso anche uno sportello per gli autori di violenza. In particolare si presta un importante sostegno a quei genitori che vedono negata la bi-genitorialità in fase di separazione coniugale. E’ operativo anche uno sportello per la famiglia al fine di poter fare rete tra i servizi offerti dal Comune, dalla Regione, dal Governo centrale e tutto il welfare gestito dall’INPS. Lo scopo è sostenere con tutti gli strumenti in campo le famiglie del territorio.

Fa.Vi.Va si serve della collaborazione di professionisti con una formazione specifica e sempre aggiornati

Sono vari i servizi offerti dall’associazione. Presso la sede è attiva una convenzione con la NAMIRIAL per il rilascio dello SPID. Infatti, molti cittadini trovano difficoltà sia nella richiesta, sia nell’uso dello SPID. Soprattutto nella fruizione di diversi servizi offerti dalla pubblica amministrazione.

Inoltre, sono attive convenzioni con il CAF CONFLIAA, con il Patronato e Sindacato UGL, con ERGO servizi per la tutela e con CODACONS. Tra gli ultimi servizi attivati anche una collaborazione con COMPASS e con ONE ENERGY per assistenza su luce e gas. L’apertura di tali servizi è stata possibile grazie alla pluriennale esperienza in consulenza fiscale della Presidente Carola Profeta. 

Non solo, Fa.Vi.Va. vanta anche una eminente collaborazione con degli Avvocati. Questi professionisti hanno permesso di portare avanti procedure di verifica della correttezza dell’iter procedurale per cinque casi trattati dal Tribunale per i minorenni dell’Aquila. In particolare l’Associazione Fa.Vi.Va. ha richiesto di istituire una commissione d’inchiesta sugli affidi alla Regione Abruzzo, ponendosi al fianco dei genitori che vedono lesi i loro diritti e soprattutto quelli dei propri figli.

Progetti sull’intelligenza emotiva e la procreazione consapevole

Fa.Vi.Va. promuove anche un progetto sull’intelligenza emotiva. Purtroppo i riscontri non sono stati notevoli. L’intenzione è presentare il progetto nelle scuole secondarie di primo grado. Esso è stato sottoposto all’assessorato all’Istruzione, alla provincia e a vari dirigenti scolastici. È rivolto agli studenti per dar loro tutti gli strumenti per combattere la violenza di genere. A tal fine, sono stati pensati moduli che trattano sia gli aspetti legali che quelli comportamentali, affettivi, relazionali e sociali. 

Fa.Vi.Va. sostiene, inoltre, un progetto per l’apertura di uno sportello Pro-Vita presso l’ospedale di Penne, dove si svolgono le interruzioni di gravidanza, e presso i consultori di Pescara e Montesilvano. L’obiettivo, in piena ottemperanza all’art.1 della legge 194, è responsabilizzare la popolazione sulla procreazione cosciente e responsabile, non promuovendo l’interruzione volontaria della gravidanza come mezzo per il controllo delle nascite. Con il nuovo emendamento sul PNRR questo potrebbe diventare realtà. L’associazione negli anni  ha già accolto mamme che avevano dei dubbi. Queste donne sono state ascoltate e informate su tutto il welfare legato alla maternità. Solo l’anno scorso sono state prese in carico cinque donne, e tutte e hanno scelto di non abortire e oggi sono mamme felici con i loro bambini. Si spera nell’attivazione di una rete, nel pieno rispetto della dignità umana della donna, ma anche del nascituro. 

 

Se sei un’Associazione, un volontario o conosci associazioni iscritte all’albo delle forme associative

del comune di Pescara, e vuoi promuovere le tue attività e iniziative clicca qui e condividile con noi!

Facebook
Twitter
Email
Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter e resta aggiornato!

Articoli & News