Contributi per Caregiver Familiari a Pescara: Scadenza 09/02

Contributi per Caregiver Familiari a Pescara: Scadenza il 9 Febbraio

Il Comune di Pescara ha aperto le porte a un’iniziativa di sostegno mirato ai caregiver familiari, offrendo contributi a coloro che dedicano il loro tempo e impegno all’assistenza di congiunti non autosufficienti. La scadenza per presentare la domanda è fissata al 9 febbraio, e il Comune ha reso disponibile un avviso consultabile sul sito ufficiale (www.comune.pescara.it) nella sezione News.

Interventi di Sollievo e Sostegno: Annuncio del Comune di Pescara

L’iniziativa, annunciata dal sindaco Carlo Masci e dall’assessore Nicoletta Di Nisio, si propone di erogare interventi di sollievo e sostegno per i caregiver familiari, individui che si prendono cura di congiunti incapaci di gestire autonomamente le attività quotidiane. Questo supporto si estende alla sfera domestica, alle relazioni personali e alla mobilità, coinvolgendo gli operatori che forniscono assistenza e cura.

Risorse Disponibili: Impegno Economico e Obiettivi dell’Iniziativa

Le risorse messe a disposizione dall’ECAD 15 Pescara ammontano a 60.539 euro, evidenziando l’impegno della città nel garantire supporto a chi svolge il ruolo di caregiver familiare. L’avviso, come spiegato dall’assessore, è destinato a coloro che assistono un congiunto convivente in condizione di disabilità gravissima, come definito dal decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali del settembre 2016.

Condizioni di Ammissibilità: Chi Può Presentare Domanda?

I caregiver che beneficiano dell’indennità di accompagnamento o sono comunque non autosufficienti possono avanzare richiesta, purché soddisfino le condizioni specificate nell’avviso. I contributi mirano a fornire prestazioni che permettano ai caregiver di prendersi una pausa dall’assistenza continuativa a persone con disabilità gravissima. L’erogazione del contributo è vincolata alla stipula di un accordo di fiducia tra il caregiver familiare ammesso al contributo e l’ECAD di riferimento.

Domande e Requisiti: Guida per i Potenziali Beneficiari

Possono presentare domanda i caregiver familiari residenti a Pescara, anagraficamente conviventi con una persona non autosufficiente e incapace di prendersi cura di sé. La legge specifica il legame che deve esistere tra le due persone, come indicato all’art. 1, comma 255, della legge 30 dicembre 2017, n. 205. L’ISEE ordinario del caregiver, deve essere in corso di validità al momento della presentazione dell’istanza.

Valutazione del Contributo: Fattori Condizionanti e Importo Erogabile

L’importo del contributo varia da 400 a mille euro e dipende dall’intensità del bisogno assistenziale del congiunto, dalla consistenza della rete dei servizi sociali e sociosanitari di supporto e dalla situazione ISEE del caregiver. Il sindaco sottolinea che questa iniziativa è un ulteriore segnale di attenzione verso le famiglie, affiancando altri interventi dedicati a chi vive in condizioni di bisogno, come il Punto Unico Fragilità, un servizio promosso nel 2023 a favore dei soggetti fragili.

Scadenza Imminente: Non Lasciare Passare l’Opportunità!

Non lasciare che scada l’opportunità: la scadenza per presentare la domanda è il 9 febbraio. Accedi al sito del Comune di Pescara per tutti i dettagli e assicurati di beneficiare di questo sostegno dedicato ai caregiver familiari che svolgono un ruolo fondamentale nella nostra comunità.

Facebook
Twitter
Email
Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter e resta aggiornato!

Articoli & News