POVERTA’ EDUCATIVA: PRENDONO AVVIO I CORSI PER 300 RAGAZZI

“MASSIMA ATTENZIONE AI MINORENNI, ALLE SITUAZIONI DI DISAGIO E ALLE PERIFERIE”

Cope e Oltre: si chiamano così i due progetti presentati oggi in Comune per contrastare la povertà educativa e la dispersione scolastica con il coinvolgimento di 300 minori. Si tratta di due progetti, promossi dagli enti del terzo settore in partenariato con il Comune e le scuole, che comprendono una serie di attività gratuite in favore dei ragazzi, tra cui i corsi di educazione digitale e il servizio di doposcuola in partenza tra fine gennaio e inizio febbraio ai quali ci si può ancora iscrivere.

Questi progetti

finanziati dal Pnrr per un importo di 460mila euro, coinvolgono gli assessorati guidati da Adelchi Sulpizio e Nicoletta Di Nisio e si inseriscono in un quadro ben più ampio, quello delineato dal Piano sociale 2023 -2025 del Comune di Pescara che prevede complessivamente 16 servizi/interventi, nell’Asse tematico 4, per ciò che riguarda “Famiglia, diritti e tutela dei minori, Child Guarantee.

Nel dettaglio

 il 22 gennaio partirà il corso di informatica con certificazione EIPASS per 15 minori delle scuole superiori rivolto alle categorie fragili (poveri, in carico ai servizi sociali, immigrati, appartenenti alla comunità rom, con bisogni educativi speciali o diversamente abili) e un corso di informatica Netiquette/Social per 10 minori, sempre fragili, delle scuole medie. A febbraio, invece, prenderà il via il servizio di doposcuola, per 15 minori (11-17anni, per 20 settimane). Le iscrizioni sono aperte, e si può contattare il numero 0854159868. Ma le attività sono anche altre e comprendono i corsi per gli studenti, ad esempio al De Cecco i corsi sono per assaggiatore di olio, flair bartending, matematica e italiano e stampa 3D in cucina. In via Tiburtina 30, poi, Focus Formazione ha uno sportello di orientamento al lavoro per facilitare il passaggio dal mondo della scuola al mondo del lavoro, anch'esso per i minori. Tra le iniziative da realizzare nei prossimi mesi con Oltre il campus estivo, percorsi di recupero e potenziamento delle competenze, orientamento attivo al lavoro, allo studio e alle professioni, attività di arteducazione, sportive e di cittadinanza attiva, supporto alla genitorialità e condivisione tra genitori e docenti.

Alle attività in essere e a quelle già pianificate se ne aggiungeranno altre perché c’è un nuovo avviso dell’Agenzia per la coesione per nuove proposte di intervento, sempre nello stesso campo (la piattaforma per la presentazione sarà accessibile dal 24 gennaio per 30 giorni).

Con una visione chiara e un impegno tangibile

Pescara si pone all’avanguardia nella lotta contro la povertà educativa e la dispersione scolastica. I progetti “Cope e Oltre” offrono opportunità concrete per i ragazzi, sottolineando l’importanza della collaborazione tra settori e il coinvolgimento attivo della comunità per garantire un futuro migliore.

Facebook
Twitter
Email
Stampa

Una risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter e resta aggiornato!

Articoli & News